#Agile : Una rivoluzione nel Project Management?

 

Agile Project Management

 

Non è passato poi così tanto tempo da quando Agile era considerato un concetto strano per i project managers. Storicamente è stato spesso visto come privo di struttura e governance, adatto solo per progetti no-business e sviluppo software.

In qualche modo Agile è sempre stato presente all’interno del project management, ma abilmente mascherato. La logica dietro Agile è intuitiva; gestire cambiamenti che accadono durante la vita del progetto. I concetti Agile  – come improvvisare ed adattare – hanno fatto parte degli strumenti dei project managers ; tuttavia framework e metodologie più popolari hanno fallito nel dare loro un valido riconoscimento.

Perchè è così popolare ?

Nel modo più semplice la natura iterativa ed incrementale di Agile permette alle organizzazioni di mantenere gli occhi puntati sul premio- il prodotto finale o il servizio sviluppato- mentre permette ai team di sviluppo di adattare il loro approccio. Di solito da 2 a 4 settimane di « sprint », che culminano in una revisione dei progressi prima della fase successiva di sviluppo, è in contrasto con la pianificazione tradizionale del project management, che si articola in mesi o anche anni.

Molto spesso questo risulta in un prodotto finale che risulta obsoleto prima della fine del progetto.

The Arras People’s 2015 Project Management Benchmark Report  – basato su un sondaggio che ha coinvolto 2000 project managers- conferma la crescente popolarità di Agile. Nel 2015 il 25% ha confermato di utilizzare i metodi Agile e le relative tecniche nelle loro attività giornaliere, mentre il 60% ha avuto modo di interagire in modo Agile. Solo il 15% ha indicato di non aver mai utilizzato Agile.

Il  Project Management Institute nella sua ricerca del 2015  ‘Pulse of the Profession’, ha constatato la continua crescita di queste pratiche, con il 38% delle organizzazioni che ne « riportano un uso frequente ». La conclusione è che “ le organizzazioni altamente Agili hanno risultati migliori rispetto a chi ha un basso livello di Agilità ”.

Altre ricerche di una software company come VersionOne suggeriscono che c’è evidenza del fatto che Agile funzioni: « Per 4 anni consecutivi i 3 maggiori benefici di uno sviluppo Agile sono stati: abilità nel gestire il cambiamento delle priorità, produttività del team e visibilità sul progetto. »

Il principio del framework del consorzio DSDM fornisce una grande indicazione della crescente popolarità degli approcci Agili in project management. Gli otti principi supportano la filosofia DSDM: « il miglior valore per le organizzazioni emerge quando i progetti sono allineati con obiettivi aziendali chiari, consegnano frequentemente ed includono la collaborazione di risorse motivate ».

I principi sono i seguenti :

  1. Focus on the Business Need
  2. Deliver on Time
  3. Collaborate
  4. Never Compromise Quality
  5. Build Incrementally from Firm Foundations
  6. Develop Iteratively
  7. Communicate Continuously and Clearly
  8. Demonstrate Control

Il DSDM® Consortium ha lanciato la prima versione del suo framework Agile nel Febbraio del 1995. Il corso includeva moduli full governance, definizione dei ruoli e quality testing.

Barbara Roberts (Direttore Sviluppo professionale presso DSDM) è stata coinvolta fin dall’inizio e ricorda i giorni in cui Agile e project management erano raramente utilizzati nella stessa frase. Il primo metodo Agile era RAD (Rapid Application Development). E ‘stato visto come spaventoso dalle grandi organizzazioni  dice.  RAD ha una cattiva fama. Il suggerimento era che RAD stava per « Rapidly Achieving Disaster » o « Really Awful Design ». « Il problema era che non è riuscito a riconoscere l’importanza project management. Quindi DSDM ha preso Agile e lo ha integrato insieme a discipline di gestione di progetto. Hai la velocità e la flessibilità di Agile, con la forza e la qualità dei metodi di project management tradizionale. Le organizzazioni necessitano di entrambi.

Tra i metodi agili che hanno conosciuto una grande crescita c’è AgilePM® – uno schema di certificazione sviluppato congiuntamente da APMG International e Consorzio DSDM. Formazione e certificazione si basa sul manuale AgilePM, di per sé un sottoinsieme del framework DSDM. Offre un quadro completo per la gestione di un progetto Agile dall’inizio alla fine

L’aumento fenomenale di Agile nella gestione di progetti è in gran parte dovuto al fatto che è basato sulle sfide del mondo reale.

Se vuoi approfondire Agile Project Management segui il nostro webinar gratuito: Introduzione ad AGILE PM

Per maggiori informazioni visita la pagina Metodologia Agile Project Management di QRP International