Sei pronto/a a passare ad #agile?

Mercoledì Agile è la rubrica del nostro blog che ogni mercoledì propone delle piccole pillole di project management agile, per percorrere insieme i punti più importanti dell’approccio agile nella gestione dei progetti. 
Se da un lato agile può aiutarvi ad affrontare i cambiamenti e l’incertezza, a migliorare la probabilità di successo dei vostri progetti, è anche vero che l’adozione di agile non è sempre facile e veloce: settimana per settimana, cercheremo di supportarvi!

pronti ad agile project management

Hai deciso di “passare ad agile”. Bene. Ma cosa vuol dire veramente?
Sicuramente non si tratta di cambiare processi. Si tratta di cambiare il modo di pensare. In ogni metodologia di project management, ci affidiamo ai tre vincoli di tempi, costi e ambito, che possono essere visualizzati come tre vertici di un triangolo. Il progetto è di successo se viene mantenuto l’equilibrio tra queste tre variabili.

Negli approcci waterfall, la lista delle feature da consegnare sono in cima al triangolo e quindi sono fisse. Ecco perché ogni cambiamento all’ambito richiede un’approvazione rigorosa. In basso al triangolo ci sono tempi e costi, che sono quindi le due variabili: se l’ambito non cambia e rimane una variabile fissa, allora il progetto può durare e costare di più. 
Ma si sa: anche se tempi e costi sono flessibili, non è facile cambiarli. Cosa ne penserebbero nella tua azienda? Il progetto può essere visto come un successo anche se cambi due dei tre vincoli?  

Agile allora rovescia completamente il triangolo. Questo è il grande cambiamento. Agile fissa tempi e costi, mentre l’ambito diventa flessibile. All’interno di tempi e costi stabiliti, il team consegnerà risultati del maggior valore possibile, punto. Quindi si può essere liberi di sostituire feature, aggiungerne di nuove, rimuoverne altre: tutto questo per assicurarsi di consegnare effettivamente quello di cui il business ha bisogno.

Il potere di agile sta nell’offrire un approccio “disciplinato” ma flessibile per gestire il cambiamento in un mondo dinamico e veloce. In un’organizzazione Agile, i team sono incoraggiati a rispondere all’ambiente in continuo cambiamento che li circonda.

L’innovazione deve essere al centro di ogni business, richiede un cambiamento nella cultura di tante organizzazioni e naturalmente porta dei rischi, incluso il rischio di insuccesso. Come ha affermato Mark Simmonds (ex presidente Agile Business Consortium) nel Business Reporter di Marzo 2017 “le organizzazioni Agile non devono avere paura dell’insuccesso. Ma accettano la necessità di migliorare continuamente alla luce di nuove condizioni.”

Ed ecco alcune delle cose che devi accettare per passare ad agile:

  • non dovrai pianificare tutto in anticipo. Piuttosto parti nella giusta direzione e focalizzati su ciò che ha maggiore importanza per il business;
  • dovrai rilasciare frequentemente, chiedendo regolarmente feedback agli stakeholder;
  • dovrai formare dei team che siano pronti a prendere decisioni;
  • dovrai continuamente ispirare e guidare, e creare un ambiente dove gli innovatori possano crescere e prosperare
  • le risorse, non i processi, sono il cuore di Agile. Per assicurarti che il cambiamento sia sempre focalizzato sull’apportare valore al cliente e successo all’organizzazione, è essenziale che ci siano le giuste risorse al giusto momento, e con il giusto ruolo. Creando una base per la collaborazione e la comunicazione, Agile assicura che l’innovazione e le idee non siano mai soffocate e che possano sempre diventare realtà.

Questo cambiamento può dare un grande vantaggio competitivo alla tua azienda. Sì, è un grande cambiamento, ma quanti sono i vantaggi che potresti realizzare? Sei pronto/a a passare ad agile?

Sei interessato ad approfondire la tua conoscenza del mondo Agile?

Hai perso gli altri blog post della serie? Leggi:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.